Home arrow Presentazione

In Primo Piano

Il Programma Operativo Italia-Malta 2007-2013

Il Programma Operativo Italia-Malta 2007-2013 appartiene all’obiettivo 3 “Cooperazione Territoriale Europea” così come previsto dalla politica di coesione comunitaria 2007-2013.
Il programma si propone di conseguire il seguente Obiettivo Generale:
“Rafforzare l’attrattività e la competitività dell’area transfrontaliera nel rispetto del principio di sostenibilità ambientale”
In considerazione delle caratteristiche socio-economiche dell’area di cooperazione le scelte strategiche sono state incentrate sui seguenti assi prioritari di intervento:
ASSE I: COMPETITIVITA’: INNOVAZIONE E RICERCA, SVILUPPO SOSTENIBILE
ASSE II:  AMBIENTE, ENERGIA E PREVENZIONE DEI RISCHI
ASSE III: AZIONI DI ASSISTENZA TECNICA, SENSIBILIZZAZIONE, COMUNICAZIONE E PUBBLICITÀ

In linea con le disposizioni fissate dalla strategia di Lisbona, l’Asse prioritario 1 è concepito come una linea d’azione fondamentale e trasversale all’interno del quadro d’azione del programma al fine di promuovere la competitività e l’innovazione nell’area transfrontaliera.
Considerata la pluralità di politiche previste, l’impatto della strategia dell’Asse è strettamente legato al livello di concentrazione delle risorse finanziarie e al loro grado di integrazione. La sua efficacia di attuazione è fortemente dipendente dal livello di integrazione tra i progetti e dalla capacità di cooperazione tra i soggetti responsabili. Coerentemente con tali presupposti si ritiene che l’asse possa dare un concreto valore aggiunto in relazione alla capacità di individuare le effettive priorità di sviluppo, alla capacità di progettare interventi di qualità e alla capacità di sviluppare una forte azione di cooperazione istituzionale multilivello e con un ampio coinvolgimento del partenariato. In tale prospettiva sarà più che mai opportuno puntare su tematiche di comune rilevanza strategica, quali ad esempio la promozione della ricerca per favorire uno sviluppo sostenibile, la valorizzazione delle risorse naturali e culturali in integrazione con modelli di turismo sostenibile, il miglioramento del sistema di accessibilità a livello transfrontaliero e infine, azioni per il rafforzamento del partenariato istituzionale Italiano e Maltese. 


L’asse prioritario 1 è volto a raggiungere i seguenti Obiettivi Specifici:
1.1  Sostenere la ricerca e l’innovazione per favorire percorsi di sviluppo sostenibile;
1.2  Migliorare l’accessibilità transfrontaliera  e rafforzare i sistemi di trasporto a basso impatto ambientale;
1.3 Sviluppare congiuntamente le potenzialità del turismo contribuendo al miglioramento dell’offerta turistica integrata;
1.4 Contribuire al rafforzamento del partenariato istituzionale transfrontaliero nelle materie dell’asse


L’asse prioritario II si basa sulle potenzialità e sulle risorse dell’area transfrontaliera che possono essere ulteriormente valorizzate,  in chiave di sostenibilità ambientale,  per migliorare la qualità della vita delle generazioni attuali e future.
La strategia prevede azioni di cooperazione nel campo dell’energia, della prevenzione dei rischi e della gestione delle politiche ambientali anche attraverso iniziative di rafforzamento della capacità istituzionale.
In linea con le indicazioni strategiche dell’Asse 1, la strategia non potrà prescindere, laddove necessario, dall’esigenza di rendere sempre più efficienti i sistemi di gestione delle risorse idriche, dei rifiuti e di garantire la prevenzione dei rischi naturali ed antropogenici promuovendo azioni di cooperazione necessarie allo sviluppo e alla diffusione di fonti energetiche rinnovabili nonché delle iniziative di risparmio energetico, inclusa la sperimentazione e l’adozione di buone pratiche e soluzioni innovative per la tutela e la gestione eco-efficente del territorio ed alla prevenzione e gestione comune dei rischi.
L’asse prioritario 2 è volto a raggiungere i seguenti Obiettivi Specifici:
2.1 Contribuire alla protezione dell’ambiente tramite la salvaguardia, la valorizzazione e il monitoraggio delle risorse naturali
2.2   Contribuire allo sviluppo delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica
2.3   Promuovere azioni congiunte per la prevenzione dei rischi sia naturali che antropici
2.4  Contribuire al rafforzamento del partenariato istituzionale transfrontaliero nelle materie dell’asse II

L’asse prioritario III si propone di garantire un’elevata qualità nella gestione, sorveglianza e controllo del Programma Operativo attraverso il coinvolgimento degli organismi e delle autorità così come previsti dal Reg. 1080/2006 e meglio dettagliati nel successivo capitolo 6.  
Le lezioni del ciclo di programmazione 2004-2006 forniscono alcuni elementi di attenzione circa l’esigenza di adeguare la struttura organizzativa di gestione del Programma, migliorando al contempo le modalità di comunicazione tra i due partner contitolari del Programma e rafforzando i meccanismi di partenariato, soprattutto a livello locale. L’esperienza maturata in passato suggerisce, infatti, di investire maggiormente sul supporto agli enti pubblici locali potenziali beneficiari, al fine di ampliare la capacità di coinvolgimento dei partner e di accrescere ulteriormente  la qualità progettuale.
Gli interventi dell’Asse Assistenza tecnica sono riconducibili all’ acquisizione di servizi e di beni strumentali necessari per elevare i livelli di efficienza ed efficacia della gestione, del monitoraggio, del controllo, della valutazione e dell’informazione e pubblicità.


L’asse prioritario 3 è volto a raggiungere il seguente Obiettivo Specifico:
3.1. Garantire azioni di sostegno all’attuazione del programma, migliorando l’efficienza e l’efficacia del sistema di gestione e sorveglianza del P.O.